© 2019 - GhostwriterStudio

October 23, 2016

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

7 motivi per ingaggiare un ghostwriter

November 5, 2016

 

Con il nostro mestiere abbiamo la possibilità di cambiare la vita delle persone.

Scriviamo libri, sì, ma lanciamo carriere. Aiutiamo ad emergere autori che non avevano la forza (o il tempo) di farlo da soli, aiutiamo a consolidare il successo di chi ha le idee ma non le parole per dirle. 

Quasi tutti però, prima di ingaggiare la nostra squadra di scrittori e attendere 30 giorni per la consegna del testo finito, hanno sperimentato il dubbio dei dubbi: 

 

«E se fosse una sciocchezza? Se fosse uno spreco di denaro? In fondo, che ci vuole a scrivere un libro?»

 

Bene. Chiudi questa pagina e vai a scrivere il tuo libro. 

...

 

Ah, sei di ritorno. 
Ottimo. Eccoti altri sette motivi per cui assumere un ghostwriter è un'ottima idea. 

 

1 - I libri sono un business.  

La cosa è confermata da un mezzo millennio, più o meno, dalla stampa a caratteri mobili fino ai giorni nostri. I libri si vendono. Di scrittura si vive. Noi, per esempio, lo facciamo. 

Chi non vende e chi non ci campa, forse, è perché non ha un buon libro in mano (o non ne sa scrivere di migliori).

 

2 - Ingaggiando GhostwriterStudio assumi tre Ghostwriter (al prezzo di tre Ghostwriter).  

E perché non dovrei assumerne uno solo?, ti starai chiedendo.
Perché uno solo in trenta giorni non ti consegna nemmeno la prefazione. Uno che scrive da solo come un matto per consegnarti 50 mila parole senza sostegno/conforto/confronto/scontro altrui, sperimenta la classica sindrome della Seat Marbella (la macchina, hai presente?): esce dalla catena di montaggio convinta che se gli hanno messo un nome che finisce con Bella ci sarà un motivo. Poi, una volta fuori, scopre di essere una Panda. 

 

3 - Il tuo tempo è prezioso. Goditelo.

Se di mestiere non fai lo scrittore, significa che per dirigere la baracca non versi sangue su pagine bianche, ma lo fai magari su bilanci, aule di parlamento, campi da calcio, palcoscenici ecc. Tutto il tempo che intendi usare per scrivere il tuo nuovo libro, dunque, è tempo sottratto a quello per cui fai tutto questo: il resto della tua vita.
E se, alla fine, il prodotto fosse scadente? Se cioè avessi sprecato anche quel poco che ti resta per stare in famiglia, a casa, a riposare? 

 

4 - Le nostre parole sono quelle giuste. 

Scriveremo il libro migliore che sia possibile scrivere, questo è certo. Ma scriveremo - più di ogni altra cosa - un prodotto credibile: scaveremo dentro di te, fino alle viscere del racconto, per estrarre il succo del discorso che volevi. Ne faremo nettare, lo addomesticheremo in una confezione appetibile, pronto a darlo in pasto alla scena pubblica. 
Come avresti fatto tu, solo meglio.

Per fare questo - creare un prodotto appetibile per il mercato - non conta la volontà. Raccontare storie è una questione di COME, non di COSA. Immagina di costruire un ponte che collega due isole: ti affideresti alla tecnica o alla forza di volontà? 

 

5 - Il tuo libro, tra dodici mesi, potrebbe valere dieci volte l'investimento. 

Avere un buon libro è la condizione necessaria per essere presi in considerazione da una casa editrice. Ma non è l'unica. Dipende da te, da cosa fai, da chi sei. Le case editrici - lo sbocco naturale ma non unico del nostro lavoro - non comprano libri, ma i loro autori. Investono solo su chi hanno la certezza che saprà navigare con un prodotto solido tra capricci di pubblico, investitori, presentazioni, agenti, media e social media. Se hai passato gli ultimi quattro anni della tua vita  rintanato nel tuo studio per comporre un prodotto mediocre, difficilmente avrai la libertà (economica, sociale, affettiva) per poter affrontare un cambio di vita. Ancora più difficilmente sarai riuscito a restare al passo con i trend del mercato (chi scrive, si sa, non legge). Non aggiungerai nessun valore, dunque, alla società che dovrà prendere in considerazione il tuo testo. 
Noi siamo qui per questo: ti diamo il tempo e il materiale per prepararti al meglio alla tua nuova avventura.

 

6 - Questo libro sarà tuo. Per sempre. E sarà un ottimo libro. 

Comunque vada, avrai in tasca qualche centinaio di pagine che lavoreranno per te e con te (anche senza di te) alla costruzione di una immagine pubblica unica e prestigiosa, che in questo momento possono vantare poche centinaia di persone in Italia.  


7 -  Siamo bravi.
Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square