Ricominciamo.

October 23, 2016

 

> Senti, ma c'era davvero bisogno di altri ghostwriter?
Noi non siamo ALTRI ghostwriter. Siamo --->I<--- ghoswriter. Non siamo gli ultimi arrivati, siamo quelli che occupano il mercato da anni. Abbiamo solo deciso di metterci insieme in un network, ampliando i confini delle nostre scrivanie.

 

> Da soli non sbarcavate il lunario?
Lo sbarcavamo, eccome. Anzi, a stare insieme si dividono i guadagni. 

 

> E perché lo fate, allora?
Perché insieme possiamo scrivere libri migliori. Perché insieme possiamo scrivere libri che da soli non era possibile. Specie se  hai una deadline bastarda come la nostra: 80 mila parole in un mese. 

 

> Perché proprio un mese? 
È il massimo fisicamente e spiritualmente che è possibile richiedere ad un essere umano. Nella storia sono stati scritti libri in meno tempo, ma tutti in fasi straordinarie della vita degli autori, non come condizione normale di esistenza. 

 

> Se è così bastarda (e se vi lamentate sempre) chi ve lo fa fare?
Lavoriamo per persone che hanno bisogno di QUESTI tempi di consegna. E, soprattutto, con QUESTA qualità. E poi non ci lamentiamo, lo ripetiamo spesso perché è il nostro orgoglio. Lo portiamo in petto come una medaglia. 
  
> Se scrivere in due raddoppia la qualità di un libro e dimezza i tempi, perché Hemingway e Roth non hanno mai scritto insieme?
Perché Hemingway è morto prima che Roth pubblicasse il suo primo libro?

 

> Vabbè, era un esempio. 
Perché per lavorare in due o tre serve umiltà, serve pazienza, serve resistenza. Tre qualità che agli scrittori, di solito,  mancano. 

Non (solo) perché sono persone orribili. È uno degli istinti di sopravvivenza al mestiere: quando ti tuffi nel mare della narrativa, non puoi parlare. O affoghi. 
Gli scrittori sono narcisisti, egocentrici, solipsisti, tutt'altro che lineari. È una protezione necessaria dal mondo esterno e dalle sue minacce: o fai così o rischi di buttare ogni giorno tutto quello che hai scritto quel giorno. 

 

> E quindi come fate? 
Ci siamo cercati, ci siamo trovati. 
Non è stato come formare un team di lavoro qualsiasi: c'è un enorme lavoro di talent scouting, dietro. Serve la giusta combinazione di menti e fisici (oltre alla qualità delle penne) o i risultati sono pessimi. Nel migliore dei casi non si rispetta la consegna, e siamo costretti a restituire il compenso (consegnare lavori di merda non ci è concesso). Nel peggiore dei casi finisce alle mani.   

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

October 23, 2016

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2020 - GhostwriterStudio